Contrasto al lavoro povero e rappresentatività: obiettivi per rilanciare la lotta sociale

Sui due fronti (lavoro dignitoso e rappresentatività/rappresentanza) non si può arretrare di un passo se l’obiettivo finale è fornire al nostro Paese una svolta progressista di civiltà. Il salario minimo non è un ostacolo alla contrattazione, purché siano chiare le regole della rappresentatività sindacale.

Dal confronto fra partiti e governo dell’11 agosto emerge la proposta di rimandare tutta la questione sul salario minimo al CNEL (Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro), dove tutte le parti sono rappresentate.

Leggi tutto “Contrasto al lavoro povero e rappresentatività: obiettivi per rilanciare la lotta sociale”

Continuano attacchi squadristi alla CGIL: che vergogna!

Spaventa la coerenza con cui la CGIL, in modo democratico e partecipato, analizza e fa politica: i problemi vengono sviscerati ed analizzati senza nessuna reverenza partitica, senza sconti, ma anche senza tabù o pregiudizi.

Dopo gli episodi di Palermo e di Garbagnate, è chiaro che la CGIL dà fastidio a molti. Dallo scorso ottobre, dopo la “marcia sulla sede di Corso Italia“, si sono susseguiti molti altri episodi dello stesso tenore e della stessa gravità.

Leggi tutto “Continuano attacchi squadristi alla CGIL: che vergogna!”