La rivalutazione della valutazione (anche numerica)

In primo piano

Quando nel 2020, in piena pandemia, come FLC CGIL abbiamo scoperchiato il vaso di Pandora sulla valutazione spingendo per la riforma della valutazione nella scuola primaria (col passaggio dal voto numerico al voto descrittivo), abbiamo dato il via ad una operazione di riflessione pedagogica che aspettava soltanto di essere finalmente avviata: come funziona la valutazione -degli alunni e di sistema- e come conciliare la valutazione intesa come atto formativo con la fotografia numerica a cui siamo stati abituati.

Continua a leggere

Valutare per crescere

La valutazione degli apprendimenti, prima ancora che degli alunni, è fra le attività più delicate, ma qualificanti, del mestiere dell’insegnante. Le recenti curvature che ha preso la politica scolastica, soprattutto in tema di valutazione degli studenti, concepita per lo più come attività prettamente numerica e quindi legata alla graduazione delle prestazioni, allontanano la didattica dal suo ruolo guida, punto di partenza e di arrivo dell’attività dentro e fuori dalla scuola.

Continua a leggere

Beato quel governo che ha funzionari solerti

Impressionante la solerzia delle Prefetture che in questi giorni trovano il tempo di sollecitare le Scuole (sì, avete letto bene: il Ministero dell’Interno chiede conto alle Istituzioni Scolastiche) circa le attività che intendono mettere in campo per la commemorazione della Giornata del Ricordo (10 febbraio), festa voluta dai fascisti.

Continua a leggere

La carica dei 101. Storie di transizioni al lavoro di laureati stranieri [Armando editore 2021]

La parola chiave per capire i prossimi mesi è indubbiamente “transizione”, ovvero “passaggio”.
Nell’educazione e nella formazione intendiamo transizione ogni passaggio da un grado di scuola ad un altro, così come transizione è il passaggio dalla scuola all’università o al mondo del lavoro ed infine è transizione il passaggio dall’università al mondo del lavoro.

Continua a leggere

La scuola bloccata di Andrea Gavosto [Laterza 2022]

La scuola e l’istruzione sono sempre al centro delle discussioni politiche e culturali, spesso e volentieri affidate a non addetti ai lavori: in particolar modo la scuola è al centro di dibattiti in cui si sottolineano in particolare mancanze e ritardi, o presunti tali, per giustificarne una qualche riforma estemporanea; ed è sempre al centro di discussioni “a costo zero” per il bilancio dello Stato, oppure, peggio ancora, finalizzate a contenere la spesa pubblica, fare cassa, tagliare presunti sprechi.

Continua a leggere

Essere radicati per essere radicali

Il percorso di mobilitazione della CGIL prosegue senza sosta e prevede una manifestazione nazionale il 30 settembre 2023 in preparazione di un eventuale sciopero geneale in autunno. Non è un mistero, ma è sicuramente necessario chiarirne qui le ragioni politiche e sociali.

Continua a leggere

Succede anche in Francia: l’apprendistato come sfruttamento di manodopera a basso costo

Una recente inchiesta del giornale Libération ha mostrato quello che c’era da aspettarsi: il boom dei contratti di apprendistato corrisponde ad un’escalation di sfruttamento e lavoro non pagato. Della serie “tutto il mondo è Paese”.

Continua a leggere

La pedagogia del sorvegliare e punire: il vademecum del ministro del merito

In pochi giorni il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha sciorinato ampie perle della sua visione ideologica della Scuola e della società, basata sul merito e sull’umiliazione dei più deboli.

Continua a leggere

La Scuola ha bisogno di certezze: dopo il contratto, da rivedere il reclutamento

La firma del CCNL Istruzione e Ricerca per l’anticipo stipendiale (95% per totale) del personale e l’impegno a riprendere subito le trattative per la parte normativa, risolve soltanto una parte dei problemi che oggi affliggono la Scuola, il personale scolastico e gli studenti. Si affronta quello più immediato dell’emergenza salariale, con un primo aumento, ma restano aperti problemi enormi strutturali che riguardano il reclutamento e gli organici.

Continua a leggere