L’impatto del dimensionamento in Lombardia? scuola extralarge

Di recente Regione Lombardia ha reso noto il piano di dimensionamento scolastico per l’a.s. 2024-25: poche le autonomie soppresse, ma molti dubbi sulle scelte degli ultimi anni.

Continua a leggere

Ambrogino d’Oro a Ilaria Lamera: giusto, ma ora servono risposte concrete

L’attribuzione dell’#ambrogino d’oro ad una studentessa universitaria è significativa: Ilaria rappresenta un #movimento di studenti che da mesi sta cercando di avere l’attenzione della politica su un tema fondamentale come il #caroaffitti.

Continua a leggere

La carica dei 101. Storie di transizioni al lavoro di laureati stranieri [Armando editore 2021]

La parola chiave per capire i prossimi mesi è indubbiamente “transizione”, ovvero “passaggio”.
Nell’educazione e nella formazione intendiamo transizione ogni passaggio da un grado di scuola ad un altro, così come transizione è il passaggio dalla scuola all’università o al mondo del lavoro ed infine è transizione il passaggio dall’università al mondo del lavoro.

Continua a leggere

MIM e CNEL firmano un pericoloso protocollo che potenzia le Linee di Orientamento al lavoro

Il 27 luglio il ministro Giuseppe Valditara (MIM) e Renato Brunetta (presidente CNEL) hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa per ridurre il divario fra la formazione scolastica e il mondo del lavoro.

Continua a leggere

Quella insana idea del numero chiuso

Le università italiane si caratterizzano per un aspetto molto controverso, il cosiddetto “numero chiuso” nelle iscrizioni. Si tratta di una pratica legata, dicono, a fattori logistici ed economici (poche aule, poche risorse umane). In realtà è un fenomeno che denota una marcata visione politica elitaria e rischia di impoverire culturalmente il nostro Paese determinando disfunzioni evidenti, sociali ed economiche.

Continua a leggere

O la borsa o la vita!

La borsa di studio è un aiuto economico riservato a chi si iscrive all’università o presso qualsiasi istituto di ogni ordine e grado. Viene finanziata da Stato, regione e dalla Tassa regionale per il DSU, che è la voce più corposa. Da diversi anni questi finanziamenti non bastano a coprire tutto il fabbisogno.

Continua a leggere