Il vanverismo pedagogico dominante: una legge pericolosa per favorire l’insegnamento delle competenze non cognitive (seconda parte)

Nel testo passato alla Camera lo scorso 11 gennaio, nonostante la riscrittura mediata in commissione attraverso un artificioso gioco di parole (“Al fine di promuovere la cultura della competenza, di integrare i saperi disciplinari e le relative abilità fondamentali e di migliorare il successo formativo prevenendo analfabetismi funzionali, povertà educativa e dispersione scolastica, il Ministero dell’istruzione, a partire dall’anno scolastico 2022/2023, favorisce lo sviluppo delle competenze non cognitive nelle attività educative e didattiche delle istituzioni scolastiche statali e paritarie di ogni ordine e grado”) resta nella proposta di legge AC 2372 un’idea logia pseudo-pedagogica sottesa che ancora genera diverse incongruenze: quest’incursione della legge negli aspetti ordinamentali dell’insegnamento è un intervento, scomposto e ignorante (in senso etimologico), sul metodo didattico.

Continua a leggere

Il vanverismo pedagogico dominante: una legge pericolosa per favorire l’insegnamento delle competenze non cognitive (prima parte)

È stata di recente approvato alla Camera, su proposta dei deputati Lupi, Delrio, Aprea, Toccafondi, Casa, Lattanzio, Garavaglia, Frassinetti, Palmieri, Cattaneo, Gariglio, Colucci, Calabria, Gelmini una legge “trasversale” (A.C. 2372) che prevede, a partire dall’anno scolastico 2022/23, un progetto sperimentale triennale per promuovere nella Scuola (statale, paritaria, CPIA e CFP) lo sviluppo delle competenze non cognitive.

Continua a leggere

Matematica, per migliorarne l’apprendimento servono più docenti di supporto!

La Matematica e le Scienze sono discipline ostiche per tutti gli studenti del mondo: le rilevazioni internazionali dimostrano che sta aumentando il numero di alunni che hanno una alfabetizzazione matematica e scientifica di base molto bassa. Nelle rilevazioni OCSE-Pisa l’Italia, dati alla mano, ha un buon 23,8% (1 alunno su 4) di quindicenni con scarse competenze matematiche e un 29,5% (quasi 1 alunno su 3) con scarse competenze scientifiche.

Continua a leggere