Silvio Berlusconi, il tempo del cordoglio e della memoria

Scherzando si diceva che saremmo morti tutti democristiani. Poi, con la seconda Repubblica, quella che è arrivata dopo lo scossone di Mani Pulite, si è aggiunto “berlusconiani”: in effetti, il Cavaliere sembrava immortale e sicuramente lo abbiamo pensato un po’ tutti.

Continua a leggere