Manifestazione a Bruxelles: Insieme contro l’austerità (12/12/23)

I ministri delle finanze di tutti i paesi dell’UE si sono incontrati a Bruxelles, così come i membri del Parlamento europeo.
Alcuni di loro stanno spingendo per riportare l’Europa a rigide regole di austerità.
Ciò costringerebbe i governi nazionali ad apportare drastici tagli alla spesa.

Tutti noi abbiamo bisogno di accedere a cure di qualità, istruzione e una rete di sicurezza basata sulla decenza che ci sostenga nei momenti di bisogno. A Bruxelles si stanno svolgendo negoziati che potrebbero mettere a repentaglio proprio quegli elementi che consentono alle nostre società di prosperare. Non possiamo lasciare che il tentativo di riportare l’Europa a rigide regole di austerità abbia successo.

Le comunità lavoratrici hanno bisogno di investimenti pubblici nell’istruzione, nella sanità, in salari adeguati e in un futuro sostenibile. Ora, mentre il continente affronta una crisi del costo della vita guidata da profitti record, i lavoratori non dovrebbero essere quelli a pagarne il prezzo.

La risposta solidale dell’Unione europea alla pandemia di Covid-19 ha dimostrato ciò che era possibile. Liberare fondi per garantire la sicurezza del lavoro e del reddito delle persone è stato fondamentale. Abbiamo bisogno di qualcosa di più della stessa cosa, non di un ritorno alle ricette fallite del passato.

Unisciti alla lotta

Dal sito di Etuc

Lascia un commento