La pedagogia del sorvegliare e punire: il vademecum del ministro del merito

In pochi giorni il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha sciorinato ampie perle della sua visione ideologica della Scuola e della società, basata sul merito e sull’umiliazione dei più deboli.

Continua a leggere

Scuola: sottoscritta l’Ipotesi di CCNL Istruzione e ricerca per il triennio 2019-2021 (anticipo parte economica)

Facendo seguito all’impegno politico di ieri 10 novembre, oggi all’ARAN è stato sottoscritta l’ “Ipotesi di CCNL sui principali aspetti del trattamento economico del personale del comparto Istruzione e ricerca per il triennio 2019-2021“.

Continua a leggere

A ciascuno il suo: riflessioni non richieste sul merito

Sono stati fatti molti sofismi e molte analisi sociologiche, nonché sono stati sprecati giudizi di ogni sorta, retropensieri e pensieri d’avanguardia, sull’etichetta “merito” associata al Ministero dell’Istruzione, che quindi adesso è “Ministero dell’Istruzione e del Merito”.
Subito a dire che è un cambio di lessico fascistoide, che è corretto farne una bandiera contro il lassismo a cui sta andando incontro da decenni la nostra scuola, è divisivo, è sacrosanto ecc.

Continua a leggere

Oltre il capitale umano

Riporto qui due miei scritti recenti sul tema del “capitale umano”.
L’espressione «capitale umano» è lontana dal concetto stesso di scuola. Piega l’intera società e i suoi orizzonti al mercato e alla produzione. Affermare un lessico pedagogico dove «valutare» significa «valorizzare», «insegnare» «lasciare segni» e «imparare» «essere preparati» per altre sfide. Il sapere va allontanato dall’addestramento, in quanto è sale della vita, «ciò che rende saporita la vita»

Oltre Il Capitale Umano by m.deconca


Fact checking sull’ultima intervista a Patrizio Bianchi

Anche oggi, dato che siamo in campagna elettorale, interviene su Il Sole 24 ore il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi (PD) in difesa del suo operato sul tema “reclutamento”. Proviamo però ad analizzare i numeri, perché qualcosa non mi torna.

Continua a leggere

Cronache di un disastro annunciato

Le prime indiscrezioni sull’esito del sistema di reclutamento dei docenti sono, anche quest’anno, impietose: probabilmente solo il 50% dei posti dei 94.000 totali saranno stabilizzati e sarà necessario attivare quasi 150.000 supplenze per coprire tutti i posti a garanzia del buon funzionamento delle scuole.

Continua a leggere

La scuola al centro dei programmi politici di PD e Lega: per favore, risparmiateci!

La sola associazione delle politiche scolastiche ad un governo PD o Lega (o peggio ancora Forza Italia o Meloni) mi fa rabbrividire: sono infatti ancora evidenti i danni portati da Gelmini (oggi con Calenda/Renzi), dalla Buona Scuola (sostenuta da una grande parte dell’attuale PD), dall’accoppiata Azzolina-Bruschi, dell’insipienzza di Bussetti … e all’orizzonte potrebbe esserci di peggio, il fantasma Aprea, che comunque qualche malsana idea sulla scuola ce l’ha già.

Continua a leggere