Il Ministero della Propaganda, l’incubo comunista ed il giorno della libertà.

La prima uscita ufficiale del neoministro Giuseppe Valditara è emblematica: con una lettera indirizzata direttamente alle studentesse ed agli studenti, il nuovo inquilino di viale Trastevere ha richiamato l’importanza della ricorrenza del 9 novembre per celebrare la caduta del muro di Berlino, quindi il “fallimento dell’utopia rivoluzionaria” comunista e quindi ricordare che il 9 novembre è un giorno di festa per la “nostra liberaldemocrazia” (?).

Continua a leggere